Blog

Apre la settimana della moda Moncler, una passerella dal futuro.

Milano, 20 febbraio 2018 – Apre alla grande Milano Moda Donna stasera con il grande evento di lancio del nuovo corso di Moncler, con le collezioni multiple di Moncler Genius scaturite dalla visione futuribile di Remo Ruffini, presidente e Ceo del brand dei famosi piumini, che con grande coraggio ha rotto con l’individualismo di un singolo stilista-star per ricercare il nuovo nel lavoro collettivo di sette creativi dal mondo. Un azzardo? Neanche poi tanto, certo un segnale di forte cambiamento che intriga per varietà e velocità di proposte stampa e buyers internazionali accorsi stasera allo svelamento delle nuove collezioni in vendita dal prossimo giugno con una scacchiera di proposte nel mondo.

Ed ecco le stanze delle meraviglie con le creazioni di Piepaolo Piccioli, Sandro Mandrino, Craig Green, Kei Ninomiya, Hiroshi Fujiwara e Francesco Ragazzi, mentre in un delizioso recito “innevato” giocano alcuni cagnolini coi cappottini di piuma Poldo Dog Couture nei colori del brand, bianco rosso e blu. Non una sfilata ma varie proposte per esaltare il prodotto, dai mantelli-cappa couture di Pierpaolo Piccioli, neri o coloratissimi alle proposte divertenti di Palm Angels con la ricostruzione di un gift shop da museo che distribuisce t-shirt a tutti, dai piumini globali di Hiroshi Fijiwara che tiene benissimo fede all’imput di Remo Ruffini per l’alta montagna che resta il Dna del brand, alle modelle in abiti imbottiti dall’aria vittoriana di Simone Rocha, l’unica donna del progetto, che improvvisa un catwolk tra i ghiacci. “Speriamo di continuare a piacere alla Borsa”, sorride Ruffini accanto alla moglie Francesca mentre saluta Maurizio Cattelan, Valeria Golino, Francesco Scianna, Alba Rohrwacher, Kasia Smutniak, Vittoria Puccini, Naomi Campbell e Millie Bibby Browne. Di grande effetto i piumini da samurai di Craig Green in bianco e nero e i fiori e le fantasie coloratissime delle creazioni da sciatori felici di Sandro Mandrino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *