Blog

E chi non ha sognato quella “Colazione da Tiffany”, addio Hubert De Givenchy e grazie per il bello che ci hai donato.

Ci lascia Hubert De Givenchy, uno dei grandi protagonisti dell’Olimpo moda, che a partire dal 1952, con la sua prima collezione primavera estate, ha dettato le regole di stile ed eleganza vestendo le donne più belle del jet set internazionale.

La sua grande celebrità, si deve alla creazione di uno degli abiti più famosi e ammirati della storia della moda : l’iconico tubino nero indossato da Audrey Hepburn sull’indimenticabile set del film di culto Colazione da Tiffany.

De Givenchy, con la sua figura aristocratica, i suoi modi raffinati e la sua eleganza naturale, ha attraversato oltre 50 anni di moda, pur decidendo, nel 1988, di vendere la sua maison al gruppo LVMH. Ne rimarrà alla direzione creativa per altri 7 anni, fino al 1995, per poi allontanarsi dalle scene.

In seguito la Maison che porta il suo nome verrà disegnata da John Galliano, Alexander McQueen, Julian McDonald, Ozwald Boateng e Riccardo Tisci, che riporta la fama della griffe agli antichi splendori. Da due stagioni il nuovo direttore creativo è la britannica Claire Waight Keller.

In una delle sue più recenti apparizioni pubbliche, ovvero lo scorso anno per l’inaugurazione della mostra a lui dedicata alla Cite Internationale de la Dentelle et de la Mode di Calais, a dichiarato: «la mia è una delle professioni della moda più belle: rendere gli altri felici grazie a un’idea». Questo, in sintesi, il senso del suo stile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *